A cosa serve soffrire ?

Home » news » A cosa serve soffrire ?

La gioia,il dolore:emozioni opposte e contrarie o solo due facce della medesima medaglia?

Mi trovai,qualche anno fa,a dover dare una risposta che non fosse scontata e che non suonasse come un “contentino”,ad un quesito molto simile che mi venne posto da un bambino di terza media al quale era mancata la madre qualche mese prima.
Lo incontrai in una struttura sanitaria pubblica dove generalmente si incontravano richieste di tipo diverso,consulenze sui disturbi specifici dell’apprendimento,sui disturbi d’ansia e valutazioni cognitive tramite batterie di test,insomma ,le richieste classiche per un dipartimento di psicologia riservato ai minori.
Ricordo quello sguardo perso e quelle parole,secche e dure,come la morte :”A che serve soffrire?

Avvertii il peso di quella richiesta come una responsabilità enorme,spiegare il dolore ad un bambino di tredici anni…
Non ci sono,nei trattati di psicologia infantile,capitoli dedicati a questo argomento,perchè il dolore e la sofferenza non si spiegano,si vivono…a Frosinone come in ogni altra parte del mondo.
Il dolore e la sofferenza sono esperienze interiori,specifiche per ogni individuo che si trovi a doverle provare sulla propria persona tutta…
Il dolore è una ferita aperta,uno squarcio nell’esistenza che la sovverte completamente. Ti costringe a cambiare per sempre l’ordine fino ad allora attribuito alle cose,agli eventi…
Il dolore genera una scrematura naturale del superfluo nella vita degli individui che lo provano,una ridistribuzione di valori e priorità…

Un bambino di tredici anni che perde la madre non vuole sapere realmente a cosa serve soffrire mentre pone ad una psicologa la sua domanda ma vuole semplicemente consegnare nelle sue mani quella sofferenza, per darvi un senso…per non esserne sopraffatto fino all’autoannientamento.

Ricordo la forza e il calore delle mie mani sulle sue,i miei occhi ad accogliere i suoi in una stretta d’amore e le mie parole,dirette, come la vita:”Il dolore che provi,caro xxx è un’insegnamento importante che la vita ha voluto darti,perchè la vita è un insieme infinito di possibilità,possiamo coglierle o ignorarle.

Ti aiuterò ad incontrarlo il tuo dolore,a comprenderlo e a viverlo,perchè saremo in due ad attraversare quel tunnel buio che lentamente,inesorabilmente ci ricondurrà verso la luce. E sarà una luce diversa, una conquista caro xxx,un’acquisizione lenta e graduale,che ti permetterà finalmente di guardare con occhi diversi il dolore,di guardarvi attraverso… “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi Articoli di Sonja

Mappa del sito

Studio di Psicologia per:

Frosinone - Cassino - Arce - Ripi - Sora - Isola del Liri - Pontecorvo - Roma

Studio:

Studio di Arce
Via Magni 2
03032 Arce - Frosinone
Studio di Roma
Piazza dei Re di Roma 3
00183 Roma
Email:info@studiopsicologiagemma.it
Skype: sonjagemma
Realizzazione sito di www.fumini.com